Più bravi in matematica grazie all'abaco!

Più bravi in matematica grazie all'abaco!

Close up of a child´s hand doing arithmetic homework with the help of a Japanese abacus (Soroban).

Alcuni studi della professoressa Shizuko Amaiwa, docente di Scienze della Formazione presso la Shinshu University, hanno evidenziato come studenti giapponesi di terza elementare che avevano frequentato per un anno una scuola di abaco siano stati in grado di ottenere risultati migliori nella risoluzione di problemi matematici rispetto ad altri compagni che non erano stati introdotti all’utilizzo del Soroban.
I problemi matematici presi in esame sono quelli che comportano la risoluzione tramite addizioni e sottrazioni di numeri a una o più cifre, moltiplicazioni di numeri a una cifra e problemi che richiedano di inserire l’incognita mancante, ad esempio: (x – 9) = 25.
Si è giunti alla conclusione che questi ragazzi hanno la possibilità di pensare più a lungo al problema e alla sua risoluzione, all’individuazione dell’operazione da effettuare, perché il maggior tempo così impiegato  viene compensato, una volta individuata la procedura da applicare, dalla velocità di esecuzione e dalla precisione dei calcoli. Calcoli che, naturalmente, vengono effettuati utilizzando mentalmente l’immagine dell’abaco.
Il dato sorprendente è che i ragazzi abituati ad utilizzare l’abaco sono stati in grado di risolvere non solo problemi matematici con numeri interi e decimali ma anche problemi con frazioni, riuscendo a trasformare le frazioni in decimali, modificando dunque i numeri nella forma che per loro risultava più semplice e congeniale.