• Home
  • /Calendario formazioni e blog
  • /Page 5

Calendario formazioni e blog

Il 10 novembre, formazione a Casalecchio di Reno

Il 10 novembre, formazione a Casalecchio di Reno

Eventbrite - Formazione MagicoAbaco

Il prossimo 10 novembre vi aspettiamo dalle 15.30 alle 18.30 per il corso di formazione MagicoAbaco nella sede Sapyent di Casalecchio di Reno (BO) in via del lavoro, 85.
Vi spiegheremo tutti i segreti per avviare gli alunni delle vostre classi al calcolo mentale per ottenere risultati incredibili in precisione e velocità. Non perdete l’occasione di scoprire come incrementare le performance di calcolo della vostra classe!
Per confermare la vostra presenza, scrivete a chiedi@magicoabaco.it e lasciateci il vostro nome, cognome e numero di telefono specificando nell’oggetto della mail “Formazione di Casalecchio”. Il costo della partecipazione è di €25, che potranno essere scalati dai 500 Euro della Buona Scuola. Inclusa nel prezzo, riceverete anche la completa e dettagliata Guida Docente di MagicoAbaco.

Vi aspettiamo!

Eventbrite - Formazione MagicoAbaco

 
Il 25 novembre c'è una nuova formazione MagicoAbaco a Casalecchio!

Il 25 novembre c'è una nuova formazione MagicoAbaco a Casalecchio!

Eventbrite - Formazione MagicoAbaco

A seguito dell’ottimo successo della prima formazione di MagicoAbaco, a grande richiesta… si replica!

Il prossimo 25 novembre vi aspettiamo dalle 15.30 alle 18.30 per il corso di formazione MagicoAbaco nella sede Sapyent di Casalecchio di Reno (BO) in via del Lavoro, 85.
Vi spiegheremo tutti i segreti per avviare gli alunni delle vostre classi al calcolo mentale per ottenere risultati incredibili in precisione e velocità. Non perdete l’occasione di scoprire come incrementare le performance di calcolo della vostra classe!
Per confermare la vostra presenza, cliccate sul pulsante Eventbrite che trovate qui sotto oppure scrivete a chiedi@magicoabaco.it e lasciateci il vostro nome, cognome e numero di telefono specificando nell’oggetto della mail “Formazione di Casalecchio 25 novembre”. Il costo della partecipazione è di €25, che potranno essere scalati dai 500 Euro della Buona Scuola. Inclusa nel prezzo, riceverete anche la completa e dettagliata Guida Docente di MagicoAbaco e un abaco Soroban per cominciare a esercitarvi!.

Vi aspettiamo!

 
La percezione automatica dei numeri

La percezione automatica dei numeri

flash-cards-cut

Uno studio svolto da ricercatori cinesi (Du F., Yao Y., Zhang Q., Chen F.), i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista di neurologia Perception nel 2014, si è concentrato sulla percezione dei numeri da parte di soggetti che hanno spiccata abilità nel calcolare con l’abaco.

Molti studi precedenti hanno, come già sappiamo, dimostrato che i bambini esperti di abaco hanno evidenziato prestazioni superiori nello svolgimento dei calcoli numerici. Tuttavia, la maggior parte di questi studi si sono finora concentrati sulla percezione e cognizione dei numeri arabi: non era quindi ancora chiaro come i numeri raffigurati sull’abaco fossero percepiti dai soggetti.

I ricercatori hanno mostrato loro contemporaneamente due diversi numeri – rappresentati da diverse posizioni delle pedine sull’abaco – chiedendo loro di comparare la numerosità di ciascuno dei due ed indicare quale fosse maggiore dell’altro.

I risultati hanno dimostrato una significativa differenza sia nel tempo di reazione che nel tasso di errore a favore dei bambini che si erano esercitati a lungo con l’abaco. Questi risultati suggeriscono che il valore numerico delle posizioni delle pedine sull’abaco è stato percepito automaticamente dai bambini allenati all’uso dell’abaco.

 
Più bravi in matematica grazie all'abaco!

Più bravi in matematica grazie all'abaco!

Close up of a child´s hand doing arithmetic homework with the help of a Japanese abacus (Soroban).

Alcuni studi della professoressa Shizuko Amaiwa, docente di Scienze della Formazione presso la Shinshu University, hanno evidenziato come studenti giapponesi di terza elementare che avevano frequentato per un anno una scuola di abaco siano stati in grado di ottenere risultati migliori nella risoluzione di problemi matematici rispetto ad altri compagni che non erano stati introdotti all’utilizzo del Soroban.
I problemi matematici presi in esame sono quelli che comportano la risoluzione tramite addizioni e sottrazioni di numeri a una o più cifre, moltiplicazioni di numeri a una cifra e problemi che richiedano di inserire l’incognita mancante, ad esempio: (x – 9) = 25.
Si è giunti alla conclusione che questi ragazzi hanno la possibilità di pensare più a lungo al problema e alla sua risoluzione, all’individuazione dell’operazione da effettuare, perché il maggior tempo così impiegato  viene compensato, una volta individuata la procedura da applicare, dalla velocità di esecuzione e dalla precisione dei calcoli. Calcoli che, naturalmente, vengono effettuati utilizzando mentalmente l’immagine dell’abaco.
Il dato sorprendente è che i ragazzi abituati ad utilizzare l’abaco sono stati in grado di risolvere non solo problemi matematici con numeri interi e decimali ma anche problemi con frazioni, riuscendo a trasformare le frazioni in decimali, modificando dunque i numeri nella forma che per loro risultava più semplice e congeniale.

 
Siamo pronti per le formazioni MagicoAbaco

Siamo pronti per le formazioni MagicoAbaco

immagine1

Gli abachi ed i libri MagicoAbaco saranno disponibili a inizio novembre. Insegnanti e genitori che desiderassero sapere di più su come potenziare le abilità di calcolo dei loro bambini possono scriverci a chiedi@magicoabaco.it oppure chiamarci allo 02 8417.8306 tutti i giorni feriali dalle 14 alle 18.

E se siete invece dei docenti che vogliono proporsi come formatori di altri insegnanti per MagicoAbaco, chiamateci subito: in più di una Regione italiana quest’opportunità di collaborazione remunerata è ancora aperta!

 
Processi semantici, lessicali e sintattici del Soroban

Processi semantici, lessicali e sintattici del Soroban

Processi semantici

Il Soroban non rappresenta le quantità in modo semantico. Considerando ad esempio il numero 5, esso non viene rappresentato da 5 pedine terrestri bensì da una sola pedina celeste. L’unica corrispondenza tra la semantica del numero e il numero stesso si ha solo per i numeri uno, due, tre e quattro.

Processi lessicali

Il Soroban permette la numerazione sia di numeri naturali sia di numeri decimali. Il limite dell’enumerazione sta nella quantità di aste che compongono l’abaco. Maggiore è il numero delle aste, maggiori sono i numeri che si possono nominare.
Generalmente, con i bambini più piccoli si utilizza un Soroban a 7 aste. Con quelli più grandi possono essere utilizzati invece abachi con 11 aste e oltre.

Processi sintattici

In quest’ambito, quando parliamo di sintassi, intendiamo la “grammatica” dei numeri. Nel contesto specifico, le cifre assumono un significato semantico differente a seconda della posizione che occupano all’interno della cifra. Per esempio, nel numero 33, il 3 nella posizione delle unità rappresenta 3 pallini, mentre il 3 nella posizione delle decine ne rappresenta 30. La struttura semantica dunque assume e lega nome e quantità.
Un’altra regola che definisce la sintassi del Soroban è che i numeri si scrivono da sinistra a destra, proprio come accade quando si enunciano. Questo facilita la costruzione del numero sul Soroban poiché si comincia a scrivere la cifra nominata per prima, proseguendo con le successive. Anche i calcoli sull’abaco si effettuano da sinistra a destra, diversamente da come si procede nel calcolo scritto.

 
I processi alla base del concetto di numero

I processi alla base del concetto di numero

I processi lessicale, semantico, pre-sintattico e di conteggio sono alla base della costruzione del concetto di numero.
Il processo semantico si rivolge alla comprensione della quantità, al senso del numero, quello di conteggio alle abilità di calcolo, quello lessicale all’etichetta verbale che si dà alle cifre, infine quello pre-sintattico è legato alla struttura del sistema numerico.
L’uso del Soroban favorisce alcuni di questi processi. Essere consapevoli di ciò è fondamentale affinché il docente possa fare scelte didattiche appropriate e funzionali al potenziamento dei processi.

 
Visualizzare per potenziare la memoria.

Visualizzare per potenziare la memoria.

I numerosi studi condotti dalla Prof.ssa Shizuko Amaiwa, psicologa e docente presso la Facoltà di Scienza della Formazione presso la Shinshu University in Giappone, confermano ulteriormente i benefici effetti riscontrati e analizzati nei bambini che utilizzano l’Abaco. Uno tra i più importanti è sicuramente il miglioramento della memoria numerica.
Tra le varie sperimentazioni ed esercizi atti a comprovare questa tesi, è stato chiesto a un gruppo di studenti della stessa età di memorizzare alcuni numeri, da un minimo di 3 a un massimo di 9 cifre, che l’insegnante proponeva loro oralmente.
I bambini abituati a utilizzare l’abaco, rispetto a quelli non lo utilizzavano, sono riusciti a ripetere e ricordare in modo più semplice e veloce questi lunghi numeri, grazie alla loro sviluppata memoria visiva che li porta a immaginare la cifra sull’abaco stesso e dunque a “leggerla” nella loro mente molto chiaramente.
La cosa ancora più sorprendente è che questi studenti sono riusciti anche a ripetere, in modo preciso, i numeri all’indietro, semplicemente “leggendoli” al contrario sull’abaco che si era naturalmente visualizzato nella loro mente.
Ciò che apparentemente può sembrare un esercizio difficile diventa in realtà una semplice lettura di numeri che si posizionano perfettamente nell’abaco mentale che questi bambini riescono a visualizzare in modo del tutto naturale e abitudinario.
Gli studi sull’utilizzo di questo strumento hanno inoltre dimostrato come proprio la capacità di visualizzare mentalmente l’immagine dell’abaco porti a un miglioramento della memoria di disposizione spaziale.
Ciò significa che i bambini avvezzi all’uso dell’abaco hanno minore difficoltà nel visualizzare e riposizionare mentalmente oggetti o simboli mostrati loro per pochi secondi.

 
L'abaco Soroban aiuta gli allievi con disabilità certificata

L'abaco Soroban aiuta gli allievi con disabilità certificata

Dopo che Silvia M. Piccolo – docente di sostegno –  aveva utilizzato MagicoAbaco con alcuni allievi certificati con problemi di disabilità, le abbiamo chiesto a quali fossero le sue impressioni sull’efficacia dello strumento. Silvia ci ha detto che “L’ utilizzo del Soroban con bambini con certificazione di disabilità ha portato a risultati sorprendenti: la possibilità di vedere e toccare i numeri ha migliorato nettamente la velocità e l’accuratezza nel calcolo e all’aumento dei tempi di attenzione e perseverazione nel compito.  L’utilizzo di strategie divergenti rispetto al pensiero tradizionale permette un’ottima ginnastica mentale”. Il giudizio di un insegnante specializzato conferma l’efficacia di MagicoAbaco come strategia per favorire non solo il potenziamento delle abilità di calcolo ma anche altre abilità di cui il bambino beneficerà per tutta la vita.